Musikunterricht, der zu dir passt

DE
Gesang
Gesang und Songwriting lernen bei

Chiara Dubey

Canto, Songwriting & Composizione/Arrangiamento

Chiara é una cantante, compositrice, violinista e songwriter di formazione classica. Dopo aver studiato violino e composizione classica presso la Zürcher Hochschule der Künste ed il Conservatorio della Svizzera Italiana, ha completato un Master in canto e performance presso l'ICMP (Institute of Contemporary Music Performance) di Londra.
Chiara Dubey bietet auch Fernunterricht an.
Wie funktioniert Fernunterricht bei uns?

Preis

10 Lektionen an 45 Min.: CHF 790

Für Fernunterricht sind meist auch Abos mit 5 Lektionen möglich, bemerke dies einfach bei deiner Anmeldung.


Standort

Via Tre Tetti 3b
6605 Locarno Monti

Instrument

Gesang und Songwriting

Musikstil

Pop und Klassik

Niveau

Anfänger und Fortgeschrittene

Sprache

Deutsch, Englisch, Französisch und Italienisch


Das bringe ich dir bei

Imparare a conoscere il potenziale della tua voce, migliorare la tua tecnica vocale con lo scopo di imparare a cantare in modo sicuro e senza fatica, interpretazione, presenza sul palco, teoria musicale, songwriting,  composizione, gestire lo sviluppo dei tuoi progetti e le basi della pubblicazione della tua musica.

Ausbildung

4 anni di violino alla Zürcher Hochschule der Künste.
Bachelor of Arts in Music, Conservatorio della Svizzera Italiana (Composizione e teoria).
Master of Arts in Music, Institute of Contemporary Music Performance, London (Canto e performance). 

In diesen Bands / Formationen habe ich gespielt

Mi esibisco come me stessa - Chiara Dubey

Stücke / Werke von diesen Künstlern / Komponisten bringe ich dir am liebsten bei

Agnes Obel, Priscilla Ahn, Florence + The Machine, Céline Dion, Birdy, Aurora und Daughter

Chiara Dubey

Interview mit Chiara Dubey

Quale musicista ti ha influenzato maggiormente? Perché?
Nelle diverse fasi della mia vita sono stata ispirata da musiche così come artisti differenti. Tutti loro hanno lasciato un segno sulla mia personalità musicale ed hanno giocato un ruolo importante nel mio sviluppo artistico. Da bambina amavo ascoltare Céline Dion e Whitney Huston. Potrei addirittura dire che sono una delle ragioni per cui mi sono innamorata del canto. 
Durante i miei anni in conservatorio, ascoltavo soprattutto opere di compositori classici quali Debussy, Ravel o Schubert. Al momento sono più incuriosita da artisti che sono riusciti a creare un universo fra la classica e l'elettronica/pop, come Ólafur Arnalds, Max Richter, Jon Hopkins. Trovo questo tipo di musica molto ispirante!Cosa ti distingue dagli altri insegnanti?
L’insegnamento per me é un’attività molto nuova e questo mi porta ad essere  aperta e flessibile nel cercare insieme agli allievi modi creativi per imparare. 

Come procedi quando scrivi una canzone?
Non ho una ricetta. Seguo sempre il mio intuito ed ogni volta mi conduce lungo una strada diversa.
A volte una frase ispira una melodia, che poi a sua volta ispira un tipo di arrangiamento o un atmosfera. A volte invece, é l'esatto contrario.

Come hai imparato a suonare il tuo strumento?
Da bambina cantavo dappertutto: In auto, sul bus, a scuola. Dovunque ne avessi la possibilità. Amavo semplicemente cantare. 
Ho avuto inoltre la fortuna di avere una zia insegnante del cosiddetto  metodo Lichtenberg, una particolare tecnica vocale che ha come scopo il raggiungere un suono ricco e forte senza pressione e fatica fisica. Abbiamo iniziato insieme per gioco a lavorare al mio canto e mi ha subito sorpreso quanta forza fosse racchiusa nella mia voce allora ancora giovane. 
In parallelo al mio studio di violino alla ZHdK ho anche seguito lezioni di canto dalla Prof. Martina Bovet, un'esperta del metodo CVT, altra tecnica vocale, la quale ha arricchito il mio canto di nuovi colori e possibilità. Con il tempo e molta pratica la mia voce ha raggiunto una certa sicurezza, controllo e stabilità, coronata più avanti da un Master in canto e performance a Londra. 

Quale equipment usi attualmente? Perché?
Privatamente utilizzo Logic e posseggo un microfono Astor Origin, uno Shure SM25 e Shure In-Ear Monitors per esercitarmi e per il palco. 
Ho inoltre un antico violino italiano ed un piano Shimmel.

Qual è la caratteristica personale che più ti ha aiutato nel tuo percorso formativo? Perché?
Lo studio del violino mi ha insegnato ad applicare disciplina e metodicità all'esercizio - importanti per qualsiasi musicista. Questo mi ha aiutato anche a lavorare al mio canto. Sono inoltre una perfezionista ed amo curare tutti i piccoli dettagli!

Cosa ha il tuo strumento che gli altri non hanno?
Ogni voce é speciale ed unica a modo proprio.

A cosa presti particolare attenzione quando insegni?
Cerco di accompagnare invece di imporre una via. 

Come strutturi le tue lezioni di musica?
Se si tratta di una lezione di canto, inizio con esercizi di riscaldamento ed esercizi vocali. A dipendenza di cosa vuole lo studente poi si lavora ad un pezzo suggerito da lui/lei o da me. Possiamo poi, lavorando al pezzo, trovare esercizi adeguati da applicarvi per migliorarlo. 
Nelle mie lezioni di songwriting e composizione lascio che sia la creatività dello studente a guidare. Lo studente può portare il suo materiale ed io cerco di aiutare a sviluppare le sue idee con suggerimenti e consigli tecnici.

Qual è il tuo approccio con i bambini?
Da bambina amavo cantare, per me era un modo libero e giocoso di esprimermi. La musica dovrebbe essere associata a divertimento e gioia, cosa che mi sta molto a cuore quando insegno ai bambini. 

Qual è stata la tua esperienza musicale più bella come musicista? Perché?
Quel momento magico dove ho realizzato per la prima volta sul palco, che la mia musica e la mia voce erano in grado di emozionare le persone. 

Qual è stato il palco più importante che hai calcato?
Nel 2011, 2012 e 2018 ero finalista all' Eurovision Song Contest Svizzera e le finali  vennero trasmesse in diretta nazionale su tutti i canali SRG.  
Nel 2020, ho avuto l'opportunità di esibirmi come artista-ospite durante la celebrazione della festa nazionale del 1. Agosto, che fu anche trasmessa in diretta  televisiva sui canale SRG 

Con quale musicista vorresti esibirti? Perché?
Ólafur Arnalds, Agnes Obel,  Aurora, Josin, e molti altri bravissimi artisti!

Quale disco ti porteresti su un’isola deserta? Perché?
Il mio primissimo CD di Cèline Dion, "Let's talk about love"!

Su quale palco vorresti o preferisci esibirti?
La  Elbphilarmonie di Amburgo é uno dei miei obiettivi! Ma in realtà suono con piacere in ogni occasione in cui ci sono persone che ascoltano. 

Oltre alla musica, cosa conta nella tua vita?
Le persone a cui voglio bene e trovare tempo per loro. Perseguire la mia carriera musicale non avrebbe per me alcun senso, se dovessi farlo da sola. 

 


© 2021 Instrumentor GmbH